• +39.392.0058265
  • marialuisa.lopane@libero.it

Archivio dei tag sostegno psicologico

Omosessualità ed identità di genere

Si offre uno spazio di consulenza e supporto psicologico rivolto ad adolescenti, adulti e alle loro famiglie che si trovano ad affrontare problematiche inerenti l’orientamento sessuale e/o l’identità di genere.

Esistono stereotipi sessuali e forti pressioni sociali tali da rendere non facile riconoscere pubblicamente, ed a volte anche a se stessi, la propria condizione. La società è ancora fortemente strutturata in senso eterosessuale e l’omosessuale deve vincere una serie di resistenze da parte dei propri genitori, amici, compagni di scuola e di lavoro e in molti casi anche di se stesso, abituato com’è a considerare l’omosessualità una devianza, un handicap sociale e un ostacolo alla formazione di una famiglia “normale”.

Finché chi è omosessuale si ritiene malato o è convinto che le sue tendenze siano qualcosa di sporco che va tenuto nascosto, negato o condannato, la sua autostima ne viene erosa come pure la sua stessa vita lavorativa e sentimentale. E’ possibile, invece, imparare ad accettare la propria omosessualità e uscire dall’ambiguità per riuscire a vivere la propria sessualità serenamente.

A volte i genitori provano sentimenti di rabbia o vissuti di sconfitta, senza essere in grado di avviare scambi comunicativi adeguati proprio in un momento così importante e cruciale nella vita del figlio.

L’omosessualità non è assolutamente una malattia da cui bisogna guarire, ma costituisce una condizione e orientamento sessuale che non ha nulla di patologico.

Già dal 1973 l’American Psychiatric Association ha cessato di considerare l’omosessualità come una patologia o un disturbo della personalità, per ricondurla definitivamente, nel 1987, nell’ambito delle varianti non patologiche dell’orientamento sessuale.

Intervento

Il lavoro che si propone durante gli interventi individuali intende aiutare adolescenti e giovani adulti ad affrontare temi quali l’identità, lo svelamento, la costruzione di una vita sentimentale e relazionale soddisfacente in un contesto protetto e non giudicante, per imparare ad accettare e vivere bene la propria sessualità.

Gli interventi familiari sono rivolti ad offrire un sostegno ai genitori di adolescenti e giovani adulti che scoprono che la sessualità o l’identità di genere del proprio figlio/a non è conforme alle aspettative socioculturali. Il lavoro di consulenza offre interventi brevi con i genitori di adolescenti e giovani adulti a sostegno della genitorialità e delle competenze parentali.

Accompagnare nella malattia

Scoprire di avere una malattia è sempre uno shock. Che sia una malattia acuta o cronica, accogliere certe notizie non è affatto semplice. Ognuno di noi reagisce in maniera diversa, chi più emotivamente, chi cercherà di razionalizzare, chi negherà la malattia.

Dal punto di vista emozionale ognuno affronterà a modo proprio la complessa gestione delle emozioni che si scatenano.
Una persona malata, consapevole della gravità della propria malattia è sottoposta ad un forte stress. Infatti, la malattia ci mette in contatto con la propria precarietà e il senso dell’essere finiti, generando spesso emozioni di ansia e angoscia. Essa arriva come un attacco alla propria integrità, una minaccia alla propria unità e alla propria immagine, alla percezione di controllabilità del proprio corpo e della propria vita in generale. La malattia, infatti, non colpisce solo il corpo, ma anche la psiche. E’ un avvenimento psichico che crea un vissuto complesso da gestire.

Cosa possiamo fare?


E’ necessario assicurare la migliore qualità della vita proprio nel momento in cui la malattia e la morte potenzialmente  fa capolino nella vita di una persona.
La dott.ssa Lopane si mette all’ascolto della persona che ha bisogno di esprimere i suoi timori, i suoi dubbi e tutte le altre emozioni correlate. Parallelamente osserva come la persona si adatta alla malattia, quale è il suo personale livello di stress, il bisogno di controllo sugli eventi, la capacità di parlare delle proprie emozioni e di cercare sostegno intorno.

Insieme al paziente è importante trovare il personalissimo modo per vivere al meglio la malattia: entrare in contatto con le proprie emozioni, imparare a esprimerle al meglio, siano esse paura, rabbia, tristezza.

Interventi

Attraverso esercizi di rilassamento e i protocolli EMDR la persona può arrivare a canalizzare al meglio le reazioni emotive, soprattutto al fine di accettare di provare e vivere delle esperienze e delle emozioni considerate negative, piuttosto che lottare per evitarle.
Agendo sia sul corpo che sulla psiche la malattia intacca nel profondo il modo di percepirsi. L’autostima può essere profondamente minata. L’intento sarà quindi quello di ricostruire una visione di se stessi nuova, alla luce del cambiamento che ha toccato psiche e corpo, confrontando la persona con la propria vulnerabilità e l’incontrollabilità degli eventi della vita.
Il malato necessita quindi di essere accolto nella sua totalità grazie ad un approccio che sappia ascoltare sia il sintomo fisico che quello psicologico, in relazione con l’unicità del suo essere. Occorre pertanto agire in modo olistico, prendendo in considerazione la persona nella sua interezza, non solo corpo e patologia, non solo sintomo, ma anche emozioni, relazioni, paure e speranze.

Sportello Separazione

Sostegno psicologico e legale gratuito

“La fine dell’amore porta con sé un aumento della rabbia e dell’aggressività dirette ora contro l’amante che li ha abbandonati, ora contro il Sé. Si ha l’impressione che in precedenza l’odio fosse trattenuto dall’amore, ma che ora le chiuse dell’odio e della depressione minaccino di schiacciare la persona colpita dal lutto». Martin S. Bergmann “Anatomia dell’ amore”

Lo Studio LOPANE  propone uno sportello di ascolto psicologico e legale rivolto alla separazione.
Il servizio è gratuito ed è seguito da professionisti esperti: psicologi, psicoterapeuti e avvocati.
Gli operatori utilizzano le proprie competenze professionali e umane per orientare la persona o la coppia verso il percorso più adatto alle proprie, specifiche, esigenze al fine di ritrovare un po’ di serenità.

A chi è rivolto:

  • Coppie in crisi;
  • Coppie che stanno pensando alla separazione;
  • Coppie che desiderano separarsi;
  • Figli di coppie separate o divorziate.
  • Persone in difficoltà a causa della separazione;

Durata dei colloqui

E’ previsto 1 colloquio gratuito di 1 ora con una psicologapsicoterapeuta e 1 colloquio orientativo con un avvocato.

Quanto costa?

I colloqui sono gratuiti.

Cosa succede dopo i 2 incontri?

Puoi scegliere:

  • Se ti senti soddisfatto, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo!
  • Se, invece, senti il bisogno di iniziare un percorso psicologico di approfondimento sulle tematiche emerse, puoi fissare un appuntamento con l’operatore che ti ha seguito (o scegliere un altro collega) privatamente.
  • Se hai bisogno di un altro tipo di intervento, verrai indirizzato ad Enti o ad altre figure professionali che possano soddisfare al meglio la tua richiesta.

I colloqui si svolgeranno in un luogo riservato in modo da tutelare la tua riservatezza; inoltre, tutti gli operatori sono tenuti al segreto professionale.

IMPORTANTE!
Il servizio è attivo ESCLUSIVAMENTE SU PRENOTAZIONE dal lunedì al venerdì a seconda della disponibilità degli operatori.